Brexit – Comprare una proprietà in italia

Febbraio, 2021

COMPRARE O AFFITTARE UNA PROPRIETÀ IN ITALIA DOPO LA BREXIT

Terminato il periodo di transizione Brexit (31 dicembre 2020), gli acquirenti dal Regno unito sono nella stessa posizione dei cittadini americani, ovvero per loro non sussistono restrizioni per l’acquisto o l’affitto di proprietà in Italia.

Come dichiarato nell’Accordo sugli Scambi e la Cooperazione tra Regno Unito e Europa siglato il 24 Dicembre 2020, le restrizioni relative all’acquisizione di beni immobili da parte di cittadini non-SEE (non appartenenti allo Spazio Economico Europeo) si applicheranno solo a determinate aree geografiche. L’Italia, non è tra queste. 

Pertanto chi proviene dal Regno Unito non sarà interessato da alcuna restrizione sull’acquisto o sul possesso di proprietà in Italia.

I cittadini britannici potranno continuare ad acquistare proprietà in Italia da destinare a seconda casa/casa vacanze, o per ricavarne una rendita dall’affitto.

D’altronde, la regolamentazione sul possesso di una proprietà è sempre stata materia riservata alla sovranità dei singoli Stati  e non dell’Unione Europea.

CONVENZIONE REGNO UNITO-ITALIA PER EVITARE LE DOPPIE IMPOSIZIONI

La Convenzione bilaterale tra Regno Unito e Italia per evitare la doppia tassazione rimane in vigore.

Ai sensi della Convenzione quando una persona dispone di un’abitazione permanente in ciascuno degli Stati contraenti, è considerata residente dello Stato contraente nel quale le sue relazioni personali ed economiche sono più strette (centro degli interessi vitali).

Quindi, un cittadino residente nel Regno Unito non può essere considerato fiscalmente residente in Italia solo per il fatto di possedere una casa in Italia.

SI DEVE APPLICARE L’IVA DEL 22% AI SERVIZI LEGALI?

Consulenze legali e servizi legati all’acquisto di proprietà (compresi i servizi forniti da avvocati e notai pubblici italiani) resi ai cittadini non Europei sono da considerarsi come extra territoriali, e pertanto non soggetti a IVA.

In ogni caso, non ci sono differenze tra cittadini EU e cittadini non-EU per quanto attiene le tasse sull’acquisto di immobili e le tasse annuali.

SUSSISTE IL DIRITTO DI RESIDENZA?

I residenti UK hanno diritto ad entrare in Italia senza bisogno di visto per un periodo massimo di 180 giorni all’anno, ma per periodi non superiori ai 90 giorni consecutivi.

Si può richiedere una Residenza Elettiva o un Permesso di Residenza per una permanenza superiore alla metà dell’anno.

Recentemente sono stati introdotti diversi provvedimenti in materia fiscale per favorire i trasferimenti in Italia, tra cui vantaggiose agevolazioni fiscali sui redditi stranieri.

Ne parleremo nei prossimi post.

GLI ACCORDI SULLA ASSISTENZA SANITARIA SARANNO
GARANTITI?

Gli accordi reciproci in materia di assistenza sanitaria continueranno.

 

Leaving Europe, live and invest in Italy.

*

in collaborazione con i nostri partner italiani forniamo i seguenti servizi:

  • assistenza bilingue all’acquisto e alla vendita di proprietà immobiliari in Italia
  • gestione della proprietà

Casa Italia

Attiva dal 1979 nel settore dell’intermediazione immobiliare di alta gamma, Casaitalia International è specializzata nella vendita di immobili italiani di pregio sui mercati internazionali di Russia, Nord Europa, U.S.A. e Cina.

www.casait.it